Aspettando l’iPhone

apple

Mezza stampa italiana sta aspettando le sette di stasera per vedere il nuovo iPhone (cioè i tre nuovi iPhone). E intanto si chiede se la Apple sia sempre in grado di produrre grande innovazione. È chiaro che si. Ma è innovazione diversa. In passato ha esplorato nuove tecnologie per inventare nuovi mercati. Oggi sembra chiamata ad accogliere le nuove tecnologie esplorate altrove – intelligenza artificiale, cloud, servizi online – nel suo mondo di significati, servizi e design. È custode di uno stile di evoluzione tecnologica. Ed è per questo, forse, che il suo rapporto p/e – quello che confronta il prezzo in borsa e gli utili – è più basso di quello degli altri giganti della rete. Ci si aspetta che continui così, valutandola forse come l’ossimoro del “solido innovatore” (Sole).

Add Comment Register



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *