Chi produceva il falso è ora colpito dal falso: Italia da carnefice a vittima nella contraffazione

L’Italia, in particolare Napoli, era un centro di produzione di merce contraffatta di primaria importanza globale. Nel 1990 la leadership napoletana era straordinariamente forte, con un vero e proprio ecosistema che andava dalla produzione alla distribuzione e alla fatturazione falsa. Oggi l’Italia è sorpassata da una quantità di paesi che sono entrati in gioco negli ultimi vent’anni. Intanto, proprio i marchi italiani sono entrati nel mirino dei falsari. E sono i più colpiti, dopo quelli americani. Tutto questo si legge in un rapporto dell’Ocse assolutamente da consultare se si è interessati all’economia dell’intangibile e alla proprietà intellettuale: Trade in Counterfeit and Pirated Goods.

fake-hit

fake-make

Add Comment Register



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *