Vittorio Pellegrini capo del megaprogetto grafene europeo

Il progetto grafene è per l’Europa uno sforzo gigantesco di ricerca e un investimento di un miliardo di euro in dieci anni. L’assemblea generale del progetto ha nominato presidente Vittorio Pellegrini, dell’IIT. Ecco il comunicato:

ISTITUTO ITALIANO DI TECNOLOGIA: Vittorio Pellegrini nominato presidente del Comitato Esecutivo della Flagship Grafene, il più importante progetto europeo sui nuovi materiali con un finanziamento di 1 miliardo di euro in 10 anni

Vittorio Pellegrini, 47 anni, è Direttore dei Graphene Labs IIT e uno dei soci fondatori della start up Be-Dimensional, specializzata nell’integrazione di cristalli bidimensionali nella manifattura tradizionale e nella realizzazione di nuovi prodotti

I Graphene Labs IIT, nati nel 2014, sono uno dei laboratori di ricerca dell’Istituto Italiano di Tecnologia che con un budget di oltre 2.5 milioni di euro l’anno riuniscono oltre 30 ricercatori che lavorano alla produzione del grafene e allo sviluppo di tecnologie legate all’impiego di questo materiale grazie anche ad accordi di collaborazione stretti nell’ultimo anno con numerose prestigiose aziende italiane e non leader nei settori manifatturieri e energetico.

7 aprile 2016 – Il 6 aprile 2016 l’Assemblea Generale della Flagship Grafene, composta dai rappresentati dei 155 partner europei distribuiti in 23 nazioni, ha approvato la nomina di Vittorio Pellegrini a Presidente del Comitato Esecutivo della Flagship Grafene. Il Comitato rappresenta l’organo di governo della Flagship e svolge il ruolo di identificare le linee di sviluppo future, le strategie per l’innovazione, l’approvazione di nuovi partner e il finanziamento di attività aggiuntive alla Flagship.

La nomina è un riconoscimento al ruolo svolto dall’IIT e dai ricercatori italiani in questa prima fase di vita della Flagship Grafene, il più grosso progetto europeo di ricerca con un finanziamento di un miliardo di euro in 10 anni per velocizzare il passaggio del grafene dal laboratorio al “supermercato”.

La Flagship entra ora nel cuore della sua attività e nei prossimi due anni dovrà identificare le linee di investimento più promettenti per immettere nel comparto industriale il grafene e gli altri cristalli due-dimensionali attraverso processi riproducibili su scala industriale e sicuri per la salute delle persone e dell’ambiente, e la loro applicazione in nuovi dispositivi tecnologici.

Dopo un fase di lancio, durata 2 anni e mezzo, lo scorso 1 aprile è iniziato il progetto core1 della Flagship Grafene della durata di due anni, uno dei progetti interni alla Flagship al quale seguiranno ulteriori progetti core fino alla scadenza della Flagship nel 2023.

L’Istituto Italiano di Tecnologia, partner della Flagship nella fase iniziale (30 mesi) con un finanziamento di 200 mila euro per anno, riceverà nel core1 un finanziamento di 2.5Milioni di euro per 2 anni.

Oltre ad essere stato nominato presidente del Comitato Esecutivo della Flagship, Vittorio Pellegrini è stato identificato mesi fa come il nuovo Direttore di uno dei 16 progetti di ricerca e innovazione della Flagship, quello dedicato allo stoccaggio di energia. Con oltre 5 milioni di finanziamento nei due anni e 16 partner europei coinvolti, questo sotto-progetto dovrà sviluppare batterie più efficienti (i ricercatori IIT sono già riusciti a dimostrare più del 20% di prestazioni migliorative) e soluzioni per lo stoccaggio di idrogeno basati sul grafene.

  • 20/04/2016 Finestre fotovoltaiche al grafene, by IIT e Tor Vergata Notevole avanzamento per la produzione industriale di pannelli fotovoltaici trasparenti a basso costo di produzione con la sostituzione del platino col grafene: è l'annuncio di IIT e Tor Vergata. C...
  • 01/03/2016 Il baratto amministrativo di Milano Il Comune di Milano ha deciso di sperimentare il baratto amministrativo. Ecco la comunicazione: Gentile cittadina, gentile cittadino parte oggi il Baratto amministrativo, la pratica col...
  • 20/06/2015 Rosario Rizzuto rettore a Padova Rosario Rizzuto è il nuovo rettore dell'università di Padova. Ha 53 anni ed è uno scienziato formidabile. Si è fatto conoscere per le sue ricerche sul mitocondrio, un organello affascinante della c...
  • 27/11/2016 Emmanuelle Charpentier, a tutto campo Il suo lavoro scientifico ha conseguenze fondamentali. Ha contribuito alla creazione della tecnica CRISPR-CAS9 per la manipolazione genetica che è destinata a cambiare molte cose in tutto ciò che h...
  • 22/07/2015 Equity crowdfunding. Wayonara Su TipVentures va avanti la raccolta per Wayonara, progetto che si presenta come il Pinterest dei viaggi con vendita integrata. La raccolta ha superato i 40mila euro: ne mancano ancora circa 95mila...
  • 14/05/2016 Senza paura dei robot    Oggi al Salone del Libro di Torino, Roberto Cingolani, IIT, ha spiegato quello che sta facendo nella robotica. Una sorta di imitazione biomeccanica dell'evoluzione per via genetica. E ...
Add Comment Register



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *