Italia benessere: Ocse vede un certo equilibrio tra vita e lavoro

Le famiglie stanno abbastanza bene. Ed è buono l’equilibrio tra qualità della vita e lavoro. L’istruzione preoccupa, come scarseggiano le opportunità di lavoro. Lo calcola l’Ocse. Ecco il comunicato:

OCSE – Milano, 18 maggio 2015

 

Salute, Istruzione, Felicità? Il Better Life Index dell’OCSE racconta com’è la vita in Italia

 

Oggi l’OCSE presenta in anteprima il Better Life Index in italiano. Il BLI è una piattaforma online di tipo interattivo che offre degli spunti interessanti sulla percezione di benessere e qualità della vita dei cittadini. Per la prima volta da oggi gli Italiani potranno avere a disposizione questo strumento tradotto nella loro lingua, nonché confrontare la performance dell’Italia con quella di altri 35 paesi nel mondo, rispetto a 11 dimensioni di benessere: abitazione, reddito e ricchezza, occupazione, istruzione, ambiente, impegno civile, salute, soddisfazione personale, relazioni sociali, equilibrio vita-lavoro e sicurezza. 

 

Secondo l’analisi basata sul Better Life Index  l’Italia ottiene risultati positivi sull’equilibrio vita-lavoro e sul reddito e la ricchezza delle famiglie, che sono superiori a quelli della media OCSE. Una buona performance si registra anche nel campo della salute e delle relazioni sociali. 

 

L’istruzione e il lavoro sono invece aree nelle quali i risultati italiani sono inferiori a quelli della media OCSE, risultati insufficienti anche sulla qualità dell’ambiente, gli aspetti abitativi e la soddisfazione personale. 

 

L’Italia si classifica 13esima per l’equilibrio vita-lavoro, 14esima per reddito e ricchezza e 31esima per l’istruzione. Ulteriori dettagli sui risultati italiani possono trovarsi qui

 

Attraverso il Better Life Index i cittadini possono ottenere un indice personalizzato che permette di confrontare la performance dei paesi sulla base delle priorità attribuite agli 11 fattori di benessere. Fino ad oggi 92000 utenti nel mondo intero hanno condiviso il loro indice personalizzato con l’OCSE.

 

In Italia, dove in più di 3600 hanno risposto, la salute, l’istruzione e la soddisfazione personale sono le dimensioni di benessere considerate più importanti dai cittadini, anche più della ricchezza. Inoltre l’ambiente e l’impegno civile risultano valori più importanti in Italia che nel resto d’Europa. Per dare voce alle tue idee, crea il tuo Better Life Index qui

 

Lanciando il Better Life Index il Segretario Generale dell’OCSE Angel Gurria ha dichiarato: “In risposta agli interrogativi sollevati dalla crisi, dobbiamo colmare il divario tra bisogni dei cittadini, le loro aspirazioni e le agende dei governi. Per questo è necessario capire meglio cosa vuole la gente. E’ questa l’essenza della democrazia. Il Better Life Index può esserci d’aiuto in questo compito.”

 

Per un articolo del Segretario Generale dell’OCSE Angel Gurria sul benessere in Italia e sull’importanza di orientare le politiche economiche e sociali al raggiungimento del benessere vai qui: Going beyond GDP – the OECD’s Better Life Index


Il Better Life Index e l’EXPO Milano 2015

L’OCSE lancia il Better Life Index in italiano in collaborazione con l’EXPO 2015, di cui è partner ufficiale. Il tema dell’EXPO Milano 2015, “Nutrire il pianeta, Energia per la vita” presenta dei punti di sinergia evidenti con la visione di benessere insita nel Better Life Index, in particolare con i focus sulla salute, l’interazione umana e le relazioni sociali, l’ambiente e la cultura. Per una panoramica completa del partenariato  OCSE ed EXPO Milano vai qui (www.oecd.org/expo-milano.htm)

Elementi di contesto

 

Il Better Life Index fa parte dell’Iniziativa Better Life dell’OCSE lanciata nel 2011 per misurare il benessere ed il progresso delle collettività al di là di metriche tradizionali come il PIL. L’iniziativa si sviluppa con una serie di rapporti, come How’s Life?(Come va la vita?) che analizza in maniera approfondita il benessere delle popolazioni, con un focus sui trend temporali e le ineguaglianze tra individui.

 

L’OCSE ha anche sviluppato un progetto per misurare il benessere a livello regionale che ha confluito nel rapporto How’s Life in your Region(Come va la vita nella tua regione?). Il rapporto è corredato da un sito web interattivo che analizza le differenze di benessere tra regioni. Per avere delle informazioni sulle performances di benessere della Lombardia puoi andare qui: http://www.oecdregionalwellbeing.org/region.html#ITC4

 

Il rapporto dell’OCSE Come andava la vita? apporta degli elementi complementari a questo insieme di lavori, fornendo una panoramica dell’evoluzione di benessere dal 1820 ad oggi per 25 paesi e 8 regioni del mondo.

Articoli Correlati

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>