Spazi giornalistici di nuova generazione

Il giornalismo è un mestiere per innovatori. Se n’è parlato qui e altrove (come nei pezzi citati qui e su Ldsi, Mdplab, Giuze).

Ma i giornalismi sono molti, come dice Angelo Agostini.

Occorre cercare questi nuovi spazi di lavoro. Elaborare una visione. Sperimentare soluzioni. Con approccio empirico e spirito di servizio. Facciamo degli esempi, da prendere solo come appunti di lavoro.

La cronaca potrebbe esprimersi in modi nuovi tenendo presente l’evoluzione degli open data. Trasparenza delle decisioni ammnistrative e politiche, informazioni sulla sanità, la scuola, il traffico e così via, saranno sempre più coperte da dati disponibili in modo aperto ma comunque da riassumere e dotare di senso. Un mestiere per giornalisti che parlano con designer e programmatori.

L’information overload potrebbe dare luogo a sempre nuove forme di curation.

L’incrocio di attività social ed emersione dei temi da portare in agenda comune potrebbe dare luogo a nuove forme di osservazione delle tensioni sociali e di risposta interpretativa.

La costruzione di nuove piattaforme per le decisioni collettive potrebbe suggerire servizi di informazione civici al servizio delle comunità che innovano il modo di elaborare programmi d’azione e scelte.

E così via. Tenendo presente che, come si diceva, in questi spazi ci sono nuovi servizi e potenzialmente nuovi business.

Maybe content is king and context is emperor, but the public is a Republic.

Articoli Correlati

  • 15/06/2009 Editori in cerca di coraggio Gli editori sanno perfettamente che oltre a tagliare i costi devono innovare. Ma non è chiaro che cosa stiano facendo come conseguenza di questa consapevolezza.E' vero che sono diminuite drasticame...
  • 30/08/2011 Economia delle news Stefano Quintarelli ha scritto un importante post per rispondere alla domanda: i giornali (quotidiani) possono sopravvivere solo con internet? La sua risposta è "no", "dipende", in realtà pochi. Mo...
  • 19/11/2012 Chi investe nella produzione di contenuti. Da Monaco segnali per la ricerca di nuovi spazi Riportano che al Monaco Media Forum si è parlato molto di una possibilità della quale si cercano tracce da molto tempo. Pare che gli investimenti nella produzione di contenuti siano destinati ad au...
  • 12/08/2009 Non profit e giornalismo sostenibile La rete crea spazio per diverse dimensioni organizzative in molti settori economici. Compresa la produzione di informazione e il giornalismo. Accanto alle imprese orientate al profitto, piccole e g...
  • 30/11/2009 Diversità emergente nei giornali E' chiaro che gli editori devono trovare i nuovi modelli di business dei giornali. Ed è chiaro che i giornalisti devono fare giornali migliori. Pena un aggravamento continuo della crisi scoppiata i...
  • 11/12/2012 I dilemmi degli editori innovatori L'innovazione necessaria agli editori è radicale. Molti tentano di gestire una fase di passaggio graduale al nuovo contesto del mercato editoriale. E forse è una strategia obbligata. Ma sta di fatt...

1 Commento su “Spazi giornalistici di nuova generazione

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>