I pagamenti rapidi accelerano la crescita

Tra le misure importanti che il governo dichiara di voler rilasciare in tempi rapidi c’è il recepimento della direttiva europea che impone il pagamento delle fatture entro 2 mesi. (Sole)

Per le piccole imprese italiane è una grandissima boccata d’ossigeno. Ora fanno da banca allo stato e alle grandi imprese. In futuro, stato e grandi imprese non potranno imporre la loro forza contrattuale per dilazionare i pagamenti dovuti. E per le piccole imprese significa un aumento della crescita potenziale: ora in molti casi non si possono permettere di fare ulteriore fatturato perché non hanno i soldi per anticipare i pagamenti (fornitori, collaboratori, materiali, iva) in attesa che i clienti paghino. (Vedi: crescita)

Fantastico sarebbe: lavori e ti pagano senza tante storie. Senza dover sollecitare. Perché è giusto e basta. O perché è la legge… Ma il nuovo tribunale delle imprese servirà anche a snellire le pratiche per aiutare chi ha lavorato a farsi pagare se il cliente, eventualmente, non vuole?

ps. In un quadro di ottimismo per queste misure, continuiamo a citare la necessità di discutere l’assurda differenza dell’iva tra i prodotti editoriali cartacei, 4%, e gli stessi prodotti venduti online, 21%. (Vedi: perché?). E restiamo attenti alle misure per favorire l’energia di chi intraprende e l’avvio forte e chiaro dell’agenda digitale.

Comments

2 Comments so far. Leave a comment below.
  1. veramente un assurdo questo andazzo italiano di non pagare le fatture; qua in Brasile le tratte includono un interesse del 3 per mille al giorno di ritardo, e normalmente le ditte danno disposizione alla banca , che dopo 5 giorni dalla scadenza manda al cartorio de notas( ufficio specializzato nella riscossione); in cartorio devi pagare entro 24 ore, colle spese, sennó il titolo va in protesto;

Add Your Comments

Disclaimer
Your email is never published nor shared.
Required
Required
Tips

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <ol> <ul> <li> <strong>

Ready?