Wikileaks, PayPal, Fbi… Eccessi ideologici

Chi ha cominciato? Wikileaks pubblicando con l’aiuto di New York Times e altri giornali di tutto rispetto un’enorme quantità di messaggi un po’ riservati della diplomazua americana? Oppure il governo americano che – si dice – ha chiesto alle compagnie come Amazon e PayPal di cessare ogni servizio a favore di Wikileaks? Oppure gli anonimi che hanno attaccato PayPal?

Sappiamo che la richiesta di boicottaggio contro PayPal appare legale, anche se produce un’ideologizzazione delle relazioni funzionali sul web, che è peraltro conseguenza delle precedenti azioni. Il tizio che ha dato a Wikileaks i documenti si direbbe abbia commesso un’azione illegale, ma la pubblicazione di documenti giunti in possesso di organi di stampa non è illegale. La richiesta di blocco del servizio a Wikileaks che il governo avrebbe rivolto alle compagnie private non sarebbe stata particolarmente legale. Il governo avrebbe fatto meglio ad aspettare il processo a Wikileaks. E forse PayPal avrebbe potuto chiedere al governo di aspettare l’esito di quel processo.

Insomma, l’illegalità e l’ideologizzazione come sempre si alimentano a vicenda. La legalità almeno consente di ragionare. L’ideologia e l’illegalità generano labirinti inestricabili.

Articoli Correlati

  • 09/07/2012 Internet freedom agenda tra pragmatismo e contraddizioni La diplomazia americana sa usare sia il potere duro che il potere soffice, il softpower: che aveva un centro di aggregazione a Hollywood e che oggi ne ha un altro a Silicon Valley. La sua internet ...
  • 30/07/2010 Su Wikileaks, la guerra e i retropensieri sull’informazione Molti temi sono sollevati dalla recente vicenda dei documenti pubblicati da Wikileaks, Guardian, New York Times e Spiegel. Alcuni sono stati affrontati nei commenti al precedente post (Fenomenologi...
  • 26/01/2010 La Guerra Astratta Il confronto tra Cina e Usa su internet venuto alla luce dopo il caso Google è ormai al centro del dibattito strategico. Il New York Times pubblica una storia importante, che mostra come la vicenda...
  • 03/12/2010 Il Reo dell’Amazon Di che cosa dunque era considerato colpevole Assange per meritarsi l'espulsione di Wikileaks dai server di Amazon? Ieri non era ancora chiaro. Oggi è stato spiegato da Amazon. Ne parla Charlie Sava...
  • 17/12/2010 Morozov sui DDoS e la disobbedienza civile Evgeny Morozov si è lanciato in una discussione che va assolutamente ripresa. Non perché sia facile comprendere "da che parte stare". Ma perché il suo valore è decisivo per la concezione che noi po...
  • 21/10/2011 Steve Yegge assicura che non ha imbrogliato Steve Yegge ha rilasciato pubblicamente una nota che criticava il modo in cui Google, l'azienda per cui lavora, pensa il servizio delle piattaforme e lasciandosi andare ad alcune considerazioni sul...

1 Commento su “Wikileaks, PayPal, Fbi… Eccessi ideologici

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>