Home » innovazione » Microsoft non mollerà Bing, si dice
innovazione

Microsoft non mollerà Bing, si dice

La Microsoft perde molti soldi con Bing, la sua versione di motore di ricerca, che non riduce visibilmente la distanza dal leader Google, sicché qualche osservatore fantastica di una sua chiusura o vendita. Ma probabilmente queato non succederà, dice RedmondMag.

In effetti, la Microsoft ha una lunga storia di prodotti sussidiati da Windows, che perdono ma sono tenuti in vita per motivi strategici. Ma mentre un tempo questo comportamento generava pensieri critici in chiave antitrust, questo non succede oggi, nonostante che la riduzione di quota di mercato di Windows nei pc sia piuttosto limitata. Un’ulteriore dimostrazione della perdita di centralità del pc.

Commenta

Clicca qui per inserire un commento

  • Già, l’unico fronte sul quale ancora predomina sono i pc domestici, per la nota questione del monopolio. Scusa l’ignoranza, ma perché i produttori di pc non “possono” liberarsi di Windows e scegliere, per es., una distro Linux? Come mai in questo settore, contrariamente ai tablet e agli smartphone, ancora paga il dazio a Microsoft?

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video