Microsoft non mollerà Bing, si dice

La Microsoft perde molti soldi con Bing, la sua versione di motore di ricerca, che non riduce visibilmente la distanza dal leader Google, sicché qualche osservatore fantastica di una sua chiusura o vendita. Ma probabilmente queato non succederà, dice RedmondMag.

In effetti, la Microsoft ha una lunga storia di prodotti sussidiati da Windows, che perdono ma sono tenuti in vita per motivi strategici. Ma mentre un tempo questo comportamento generava pensieri critici in chiave antitrust, questo non succede oggi, nonostante che la riduzione di quota di mercato di Windows nei pc sia piuttosto limitata. Un’ulteriore dimostrazione della perdita di centralità del pc.

Articoli Correlati

  • 27/06/2011 La superiorità dell’aperto Questo è un insieme di appunti nato da una discussione letta online su web, apps ed editoria.Massimo ha ragione. In generale vincono i sistemi che sviluppano un effetto-rete e in generale i sistemi...
  • 29/02/2012 Windows 8 – la tensione è mobile A quanto pare la tensione innovativa per i grandi produttori viene dall'internet mobile e ha conseguenze sull'internet fissa. I numeri e la crescita sono dalla parte del mobile, ovviamente (Apple h...
  • 10/01/2012 Google+Search Il motore di ricerca di Google è ottimo per cercare pagine web, ma ora tenta di allargare lo spettro d'azione anche ai contenuti condivisi nei social network. Quelli di Twitter sono già in linea. O...
  • 08/09/2009 Enginepistemologia Guido Vetere discute sulle conseguenze della dichiarazione di Erick Schmidt, il capo di Google, secondo la quale il motore di ricerca deve passare dalle parole ai significati per consentire agli ut...
  • 14/10/2010 Alla ricerca di Microsoft… Search è la parola che ha fatto salire Google e scendere Microsoft negli ultimi dieci anni. Tra il 3 e il 5 ottobre 2004, la Microsoft ha mostrato il suo primo motore di ricerca fatto in casa ...
  • 13/10/2011 Steve Yegge posta per errore un memo interno per Google. E dunque si leggono idee molto interessanti Doveva restare un memo interno e invece è stato pubblicato per errore in modo che tutti potessero leggerlo. Steve Yegge di Google dice cose molto interessanti sulla differenza tra scrivere software...

1 Commento su “Microsoft non mollerà Bing, si dice

  1. Già, l’unico fronte sul quale ancora predomina sono i pc domestici, per la nota questione del monopolio. Scusa l’ignoranza, ma perché i produttori di pc non “possono” liberarsi di Windows e scegliere, per es., una distro Linux? Come mai in questo settore, contrariamente ai tablet e agli smartphone, ancora paga il dazio a Microsoft?

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>