E l’editore disse: perché non l’ho fatto io?

Gli editori hanno molto da discutere sull’effetto della tecnologia digitale sul loro business. Ma dopo le discussioni dovranno cominciare a fare qualcosa.

Molti editori hanno discusso dell’effetto di Wikileaks, per esempio. Ma il Wall Street Journal alla fine ha deciso di fare la sua versione del servizio.

Gli editori non vendono notizie ma un insieme di tecnologia e lavoro intellettuale di persone organizzate per produrre e rendere fruibili le notizie. La tecnologia, però, è recentemente sfuggita al loro controllo. E gli innovatori della tecnologia hanno spiazzato il loro modello tradizionale. Hanno pensato che Google o Instapaper fossero loro avversari, ma lo erano solo parzialmente. Avevano capito meglio la tecnologia digitale, ma non hanno alcun interesse a entrare nella produzione di contenuti. Ci sono ancora enormi spazi per gli editori che passino dalla posizione difensiva a un approccio di riscatto. Gli editori possono anche pensare diversamente: quali innovazioni tecnologiche possono essere realizzate dagli editori? Tra lo spazio tutto automatico e lo spazio “social” esiste lo spazio degli editori. Che possono cominciare a reagire.

  • 03/09/2009 Survey del giornalismo su se stesso La NewYorkBookReview ripercorre il dibattito sulla crisi e il futuro del giornalismo. Un taglio sintetico per navigare nella quantità enorme di informazioni e idee che emergono su questo tema:- il ...
  • 09/11/2009 “Problemi dell’Informazione” Con l'approvazione del direttore, Angelo Agostini, questo blog può offrire l'accesso al nuovo numero di "ProInfo_3-2009.pdf". C'è tra l'altro un pezzo di Claudio Giua sul giornalismo e l'innovazion...
  • 17/08/2009 Basta lamenti. Modelli di business per i giornali Le proposte si moltiplicano. Dopo i 12 consigli di Mashable, arriva Jeff Jarvis con la federazione di aggregatori locali (TechCrunch). E un'iniziativa di J-lab con cinque editori. Intanto Spot...
  • 15/09/2016 Eurocopyright: può essere una vittoria della lobby editoriale ma non la salverà La proposta direttiva sul copyright è controversa (Sole). Le sue componenti qualificanti a quanto pare sono: 1. gli editori hanno nuovi diritti da vendere, per esempio il diritto agli snippets (qu...
  • 09/03/2010 Neppure Google guadagna con le news Sentite le grandi lamentazioni degli editori, Murdoch in testa, sul fatto che Google guadagnerebbe con le notizie dei loro giornali, ci si domandava: ma è vero? E dunque pare proprio di no. Lo dice...
  • 17/08/2009 Editori, giornalisti, persone Si sa. Se ne parla fin troppo. I giornali sono in crisi. Una spirale perversa sembra aver preso di mira questo strumento dell'informazione. Meno lettori, meno pubblicità, meno soldi per gli editori...

1 Commento su “E l’editore disse: perché non l’ho fatto io?

Add Comment Register



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *