Steve Cohen, Berkeley

Steve Cohen, economista a Berkeley, a villa Manin per un convegno dell’Ocse. Dice: “Gli Stati Uniti hanno ristrutturato le loro economia. Si sono conventrati sulla produzione e il packaging del debito. E sono il massimo debitore del mondo. È un problema per loro e per il mondo.

La sola strada per cambiare la situazione è crrscere nell’innovazione reale. Il che significa capire come funziona. E ormai ci è chiaro che l’innovazione viene dall’imprenditorialità che punta su nuove idee.

Sappiamo che l’imprenditorialità innovativa si manifesta in cluster e distretti, che fioriscono intorno a grandi e buone università. La massima parte dei nuovi imprenditori non ha un’educazione di economia e management, ma un’educazione tecnologica. L’università e la sua capacità di sviluppare nuove idee, persone motivate, networks di persone capaci, è la singola più importante causa di crescita dell’imprenditorialità innovativa.”

Articoli Correlati

  • 20/05/2009 Cambiare il mondo – Innovatori cercansi / 4 L'innovazione nasce quasi sempre da un atto di ribellione. Ma una ribellione non è quasi mai un'innovazione. Che cosa fa la differenza? La qualità intellettuale del progetto che trasforma il gesto ...
  • 13/05/2010 L’evoluzione del cio Chief information officer. La figura del manager che gestisce l'informatica in azienda è in piena evoluzione, come del resto l'insieme delle tecnologie digitali. Ma la sua missione resta quella di ...
  • 11/03/2009 Il fatturato dei social network Molti sostengono che Facebook, MySpace e Twitter faticano a trovare un fatturato o addirittura un modello di business. Di sicuro, Facebook guadagna parecchio con la pubblicità, ma il suo fatturato ...
  • 25/08/2011 “Team: I have to go”… Per Jobs è il momento di lasciare Apple È arrivato il giorno. Steve Jobs sente di non farcela più a lavorare come dovrebbe per la Apple. E quindi, volontariamente, lascia la carica di Ceo chiedendo al board di nominare Tim Cook. Il board...
  • 05/04/2013 Aldo Cibic. Freedom Room Un ascensore non è una nuova piattaforma di social networking. La gente si guarda la punta dei piedi, scruta il soffitto, guarda nel vuoto, tutto pur di non dover parlare con gli altri che eventual...
  • 17/09/2010 Se vuoi la pace, prepara la pace Ok. La guerra c'è. E ci si prepara costantemente. Il motto "si vis pacem, para bellum" è talmente vecchio che i governi lo hanno imparato. Ma preparare la pace sembra più difficile. "Si vis pacem, ...

2 Commenti su “Steve Cohen, Berkeley

  1. Ciao Luca,
    sono d’accordo con quello che ha detto questo professore, con due precisazioni:
    1. Non c’e sempre bisogno di universita’ per fare innovazione, l’unica condizione necessaria perche’ le imprese nascano, e’ che siano collocate in una citta’. Un buon imprenditore puo’ innovare anche senza essere laureato,ma non puo’ iniziare un’impresa fuori da una citta’.
    2. Le imprese innovative hanno bisogno di soldi freschi per iniziare. Se non le banche, qualche altro finanziatore e’ comunque necessario.

  2. ciao Aldo, grazie del contributo. i non laureati (steve jobs, bill gates, mark zuckerberg) possono fare la loro bella figura, ovviamente… :-) ma credo che cohen intendesse sottolineare come possa essere importante lo stimolo intellettuale che può venire da una buona università a ragazzi tagliati per creare aziende. in italia, intorno al gruppo di degli antoni sono nate centinaia di aziende. ma concordo con te: non sono nate soltanto intorno alle università…

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>